“LO STATO DELLE COSE” la presentazione del progetto di fotografia sociale e documentaria

L’Aquila, 21 Aprile 2017 Auditorium del Parco ore 17:00

LA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO DI FOTOGRAFIA SOCIALE E DOCUMENTARIA

Oltre 200 fotogallery e oltre 10mila immagini per raccontare L’Aquila oggi e l’Italia del doposisma, dalle new town del Belice e i paesi in abbandono dopo il terremoto del 1980 in Irpinia fino al sisma di Amatrice e del Centro Italia nel 2016. Nasce così il più grande osservatorio fotografico online sugli effetti dei terremoti in Italia: è il frutto del lavoro di 60 fotografi italiani che hanno preso parte al progetto non profit di fotografia sociale e documentaria “Lo stato delle cose. Geografie e storie del doposisma“.
Online da venerdì 21 aprile – sul sito www.lostatodellecose.com – il progetto sarà presentato a L’Aquila, lì dove è nato, lo stesso 21 aprile: in un incontro aperto alla città, in agenda alle 17 all’auditorium del Parco (ingresso libero)


interventi:

Massimo Cialente | Sindaco

Fabio Pelini | Assessore comunale (Partecipazione e Politiche Abitative)

Antonio Di Giacomo | Giornalista e curatore dello Stato delle cose

Lina Calandra | Geografa e responsabile di CartoLab (Università dell’Aquila)

Stefano Cesaroni | Docente di fotografia all’Accademia di belle arti dell’Aquila

Alessandro Vaccarelli | Pedagogista (Università dell’Aquila)
e vicepresidente dell’associazione Territori


Ideato e curato dal giornalista Antonio Di Giacomo, lo Stato delle cose è promosso e realizzato dall’associazione culturale senza fini di lucro La camera del Tempo con il patrocinio del Comune dell’Aquila e con la collaborazione dell’associazione culturale Territori, del Dipartimento di Scienze Umane e del Laboratorio di cartografia dell’Università degli studi dell’Aquila, dell’Accademia di Belle Arti dell’Aquila, del Segretariato Regionale per l’Abruzzo del Ministero per i Beni Culturali. Media partner è la rivista di fotografia EyesOpen! Magazine. A supportare il progetto, rendendo possibile la realizzazione di questo sito web, l’impresa di comunicazione Carucci e Chiurazzi (per il concept e design) e Shiftzero (development e digital marketing).


… “E stavolta è la fotografia che deve dare qualcosa a L’Aquila, mettendosi al suo servizio e senza chiedere nulla in cambio.” Antonio Di Giacomo (ideatore e curatore del progetto)

 

Come è nato il progetto: https://territoriaq.com/2016/05/21/territori-collabora-al-progetto-lo-stato-delle-cose/

Territori partecipa al Festival del Gran Sasso 2015

 L’Associazione Culturale TERRITORI partecipa al Festival del Gran Sasso 2015 con eventi e laboratori per bambini

11 e agosto  alle 10:00 – 13:00
a Fonte Cerreto
KITE & KIDS – AQUILONI SUL GRAN SASSO

Kite&kids nasce nel 2003 in Nuova Zelanda da un progetto comune di appassionati di aquiloni con la volontà di condividere questa passione con i bambini, divertendosi con la natura ed i suo elementi, e rispettando i loro equilibri.
Giocando con materiali riciclabili in perfetta armonia con ciò che ci circonda, si impara a costruire e a far volare coloratissimi e originali aquiloni.
Il workshop gratuito dura tre ore ed è rivolto a grandi e bambini; fa parte del progetto “Passo Lento: Gran Sasso e Monte della Laga” ed è promosso e offerto dalle Associazioni La Fabbrica di Cioccolato, Spotabile, Territori e L’Idea di Cléves.
Età minima: 5 anni
Al termine del laboratorio i ristoranti Il Cristallo e La Villetta mettono a disposizione dei ragazzi partecipanti un menù a 7 euro per consentirgli di mangiare tutti insieme. (A cura di GoFreeRide.com)

l’evento le info sul sito del Festival
http://www.festivaldelgransasso.it/evento/kite-kids-aquiloni-sul-gran-sasso/

 

Con il contributo di



il 2 agosto alle 10:00 – 17:00
a Fonte Cerreto si è svolto 

MINIMANI CAMPUS:
LABORATORIO DI PUPAZZI PER BAMBINI – WORKSHOP ON TRADITIONAL PUPPETS

Laboratorio gratuito per ragazzi a Fonte Cerreto, all’interno del progetto “Passo Lento: Gran Sasso e Monte della Laga” , promosso e offerto dalle Associazioni La Fabbrica di Cioccolato, Spotabile, Territori e L’Idea di Cléves.

Dalle 10,00 in poi…
Laboratorio aperto a tutti per imparare a costruire i Pupazzi tipici della tradizione abruzzese… marionette burattini fantoccini nascono dalle tue mani e prendono vita…
Età Minima: 6 anni (se più piccoli devono essere accompagnati dai genitori)

Due giorni dedicati ai risultati del progetto “IL TERRITORIO SIAMO NOI”

collage4reporterMappe

Il 3 e 4 Giugno 2015, all’Aquila, sono stati presentati i risultati i risultati del progetto “IL TERRITORIO SIAMO NOI – Laboratori Maieutici per ricostruire”.  Sul sito dedicato  le gallery degli incontri di condivisione e di presentazione dei ragazzi delle scuole.

3 giugno 2015

La mattina nel piazzale della Scuola PrimariaGianni Di Genova“ – l’Aquila, con i bambini della classe IV B sono state presentate le MAPPE DI COMUNITÀ, laboratori condotti da Marta Allevi e Francesca Palma; sono intervenuti: Amico Dolci, Pino Lombardo, Alessandro Vaccarelli, Miriam Anna Del Biondo e le altre insegnanti – ospiti: Fabio Carnelli e Stefano Ventura.
Nella seconda parte della mattinata sono stati presentati i laboratori teatrali con i bambini della classe V B della Scuola PrimariaGianni Di Genova“ – l’Aquila “TEATRO E TERRITORIO – laboratori liberi” condotti da Eugenio Incarnati, regista di TEATRABILE. Sono intervenuti; Amico Dolci, Pino Lombardo, Alessandro Vaccarelli, Antonella Mammarella e le altre insegnanti.

collageTeatroMappe

Il pomeriggio, all’Università dell’Aquila, Dip. Scienze Umane AULA MAGNA, si è tenuto il convegno
OLTRE IL RISCHIO SISMICO – Valutare, comunicare e decidere oggi (Carocci Editore – ed. 2015) a cura di Fabio Carnelli e Stefano Ventura – coordinatore: Alessandro Vaccarelli Università degli Studi dell’Aquila – sono intervenuti: Fabio Carnelli  Antropologo, dottorando in Urban Studies – Dip. di Sociologia dell’Università di Milano-Bicocca; Stefano Ventura dottore di ricerca in Storia contemporanea all’Università di Siena, coordinatore dell’Osservatorio sul Doposisma (Fondazione MIDA); Lina M. Calandra docente di geografia, Università dell’AquilaSilvia Nanni docente di Pedagogia dell’inclusione e formazione degli adulti e di Pedagogia del disagio e della devianza giovanile, Università dell’Aquila; Gaetano De Luca Rete Sismica Abruzzo, INGV, Centro Nazionale Terremoti Fabio Pelini  Assessore Comune dell’Aquila (vedi gallery)

collageOltre Rischio


4 giugno 2015

Nel corso della mattina, presso Biblipaganica Libera L’Aquila,  i ragazzi della Scuola Media “T. PATINI” classi 2a I e classe I H, sono stati presentati i risultati dei laboratori dei Giovani Reporter e la distribuzione del giornale stampato (a cura di Site.it) e i laboratori per la stesura della Mappa Di Comunità, fino ad arrivare al momento partecipativo conclusivo, con la costituzione di “tavoli” finalizzati alla raccolta delle idee e di Proposte al Territorio per migliorare il contesto di vita e di socializzazione.
Sono intervenuti: Amico Dolci, Pino Lombardo, Angelo Venti, Marta Allevi, Francesca Palma, Barbara Vaccarelli, Marco D’Antonio, Fabio Pelini, Maria Ferrari e altre insegnanti della Scuola Media “T. PATINI”.

Nel pomeriggio del 4 Giugno all’Università dell’Aquila, Dip. Scienze Umane AULA MAGNA, Viale Nizza 14, si è tenuto il convegno DANILO DOLCI – L’impegno maieutico e l’educazione trasformatrice,  un incontro attorno alla figura di Danilo Dolci e alla sua opera educativa, spaziando tra i temi storico/storiografici e pedagogici per approfondire un’analisi su come il pensiero e i metodi di Danilo Dolci possano divenire “prospettiva” anche nelle emergenze di oggi.
Introduzione e coordinamento: Alessandro Vaccarelli – Università degli Studi dell’Aquila; Amico Dolci, Centro per lo sviluppo creativo “Danilo Dolci”; Lara Santomo, Insegnante, Istituto Comprensivo 1 – Roseto degli Abruzzi (TE); Pino Lombardo – Collaboratore di Danilo Dolci; Silvia Nanni, Università degli Studi dell’Aquila; Massimiliano Fiorucci – Università degli Studi RomaTre; Marco Catarci – Università degli Studi RomaTre
Nel corso del convegno è stato proiettato il docufilm – MEMORIA E UTOPIA di Alberto Castiglione (2004)

collage4GDolci

________________________________________________________________

Tutto il progetto educativo-partecipativo avrà un seguito, sono previsti risvolti di ricerca-azione sul territorio aquilano e anche in ambito nazionale.